Catering a Roma: consigli degli esperti

Matrimonio

Roma è una location davvero inimitabile per sposarsi, la bellezza dei luoghi, il buon dosaggio tra antico e moderno rappresenta una cornice paragonabile ad un dipinto.
Tuttavia un matrimonio non si basa sulla mera immagine ma impone e richiede un contenuto in cui occupa un ruolo principale il cibo e le bevande, tutti ma proprio tutti ricordano il menù dei matrimoni a cui partecipano, non a caso un Catering perfetto lascia commenti positivi e i piatti vuoti!
Se non si sono avute altre occasioni per festeggiare alla grande, il problema è come individuare il Catering migliore del resto ci si sposa una sola volta in teoria…
Per non commettere errori ecco dunque cosa consigliano gli esperti di Exclusivevent su come scegliere un Catering d’eccellenza a Roma con un giusto equilibrio tra sapore e prezzi.

Come scegliere il Catering dei sogni a Roma

Questa domanda trova negli esperti una risposta variabile a seconda della coppia di sposi: la scelta del Catering è molto soggettiva e si basa su una serie di parametri che vanno dai gusti culinari della coppia al tipo di carattere, alla tipologia di servizio che si desidera nonché da dal valore del proprio budget.

Cosa deve valutare la coppia di sposi nella scelta del Catering a Roma

A parere degli esperti, un buon Catering non significa poter godere solo ed esclusivamente di cibi freschi o perfettamente cucinati, ma di portate servite in un certo modo con uno stile ben preciso e di personale all’altezza del servizio richiesto che nel complesso dia un’immagine elegante, allegra e di buon gusto all’evento.
Gli sposi dovranno tenere in considerazione i gusti degli ospiti, far servire portate alternative a chi soffre di particolari intolleranze o allergie alimentari, trovare il giusto equilibrio nella scelta del quantitativo delle portate per non eccedere nonché scegliere un Catering che rispetti una certa cadenza temporale tra una pietanza all’altra.
Spesso ai matrimoni ci si trova immersi in portate servite frettolosamente, il buon compromesso è che le uscite vengano scandite ma non prolungate per evitare tempi estenuanti è questo lo fa solo un buon Catering!
Un latro dato che rileva è indagare quanti matrimoni ogni Catering, sottoposto alla propria analisi, effettua all’anno per poter comparare il livello della domanda.
Altro aspetto saliente è contattare il Catering è informarsi sul tipo di servizio reso cibo, decorazioni e servizio, valutare le diverse offerte di menù e richiedere una prova assaggio al fine di non scegliere senza aver provato i piatti.
Spesso, al riguardo, a Roma i maggiori Catering del settore organizzano delle giornate open day per permettere agli sposi, in tipologia di fiera, di ammirare i propri allestimenti, il proprio menù e servizio tutto ad ingresso gratuito o in alcuni casi previo pagamento di una somma irrisoria ma in ogni caso senza vincolo di contrattazione.

Catering e tipologie

Gli esperti evidenziano come a Roma sia possibile optare tra diverse tipologie di Catering.
Ecco una breve descrizione dei principali servizi offerti:
– a buffet, trattasi del servizio più economico, le portate sono disposte su grandi tavole dietro ad ognuna vi è un cameriere che poggia le pietanze indicate sul piatto porto dall’invitato di turno.
In alcuni casi i è la totale assenza del cameriere, nel senso che è lo stesso ospite a riempirsi il piatto di quello che desidera, senza controllo con la possibilità di diversi bis.
Questa scelta richiede una location spaziosa al fine di evitare calche e in modo tale che si dia la possibilità agli ospiti di poter disporsi in fila senza spintonarsi.
Tale forma di catering è l’ideale per un matrimoio giovanile in cui gli invitatati non hanno problemi ad accalcarsi e stare in fila per mangiare.
-A tavola: se non si ama il servizio a buffet, le calche e non si vuole affrontare il rischio che alcuni ospiti mangino meno dei più furbi che riempiono il piatto più volte, il servizio a tavola è sicuramente la scelta migliore, soprattutto se si hanno degli ospiti di una certa età a cui non va di fare file per mangiare.
Tante le location a Roma che si aprono a questa prospettiva vi sono ristoranti, ville, spazi all’area aperta. Tuttavia, sottolineano gli esperti, il servizio ha una pecca essendo servito richiede un maggior dispiego di camerieri per cui ha un costo maggiore.
– rinfresco:si tratta di una scelta molto elegante per chi vuole un tipo di Catering sofisticato e non eccessivo in termini di portate.
Il rinfresco composto da stuzzichini dolci e salati freddi e cocktail può rappresentare un anteprima di un pranzo o di una cena oppure vivere a sè per chi vuole un matrimonio leggero e che non duri troppe ore.
In questo caso la location deve essere un’aria spaziosa in cui permettere agli invitatati di gustare gli stuzzichini tra una chiacchiera e l’altra con il giusto spazio.
Economicamente rappresenta un impegno variabile in quanto la scelta degli stuzzichini potrebbe ricadere su cibo raffinato come caviale, champagne, pesce fresco oppure su fritturine certamente meno onerose.